Vai al contenuto

Incoraggia i Bambini a Giocare a Nascondino Mentre Imparano

Perché al piccolo piace giocare a nascondino? Jean Piaget, uno psicologo svizzero dello sviluppo, collega la capacità di tuo figlio di capire che qualcosa di invisibile non significa nulla - con lo sviluppo cognitivo. Secondo Piaget, i bambini di età compresa tra uno e tre anni hanno sviluppato una comprensione del fatto che qualcosa che non appare non significa nulla.

Quindi, se a questa età tuo figlio sta ancora piangendo nel vedere sua madre entrare nella stanza e chiudere la porta, cosa c'è che non va?

A partire dal gioco. I giochi sono il modo più efficace per stimolare lo sviluppo del pensiero dei bambini. Attraverso vari giochi i bambini imparano molte cose. I giochi Peekaboo, ad esempio, aiutano a stimolare lo sviluppo del pensiero dei bambini che cose invisibili, come il volto di un padre o di una madre nascoste sotto una coperta, non significano che non esistano.

Neonati e bambini piccoli adorano questo gioco. I genitori giocano istintivamente anche questo giocattolo con il bambino senza conoscere i benefici esatti. Se all'età di due anni tuo figlio piange ancora quando sei "dietro la porta", devi essere vigile. Potrebbe essere che questo è un segno di mancanza di sviluppo cognitivo acuto del tuo bambino. Le tue accuse sono ovviamente lamentose o codarde del tuo bambino.

Puoi invitarlo a giocare a nascondino. Questo gioco affina lo sviluppo del pensiero del bambino. Che anche se non può essere visto da te, non significa che non esista. E viceversa.

Un altro gioco che può far capire a tuo figlio che gli oggetti che non sono visibili non significa che nulla deve essere nascosto e nascosto. Incoraggia i bambini a nascondere i loro giocattoli sotto la coperta. Quindi chiedigli di tenere gli oggetti dall'esterno della coperta. Chiedi al bambino di nominare gli articoli.

In questo modo il bambino capirà gradualmente che il giocattolo anche se è sotto la coperta non significa che non c'è nulla. A poco a poco puoi sviluppare questo esercizio. Entra nel bagno, chiudi la porta, quindi riaprila mentre il tuo bambino è davanti alla porta del bagno. Dai comprensione ai bambini quando vuoi andare in bagno. Che anche se la porta si chiude non significa che te ne sei andato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *